Islam

Contenuti correlati a "Islam"

L’Afghanistan a un anno dal ritiro

L’Afghanistan a un anno dal ritiro

 

A un anno dal ritiro delle forze occidentali da Kabul e dal ritorno al potere dei Talebani è possibile tracciare un bilancio delle conseguenze di quegli avvenimenti. Appare evidente che in Afghanistan non sono state rispettate le promesse inclusive dei Talebani che stanno invece imponendo nel Paese in modo sistematico un’interpretazione estremamente rigida della sharia; sembra assente ogni forma di dialettica democratica e soprattutto i diritti delle donne vengono regolarmente calpestati. Molto difficile per le afghane essere autorizzate a lavorare fuori casa, in pubblico è obbligatorio coprire il volto e per i viaggi più lunghi anche all’interno del Paese è necessario un accompagnatore maschio.
Escluse dalla politica e dall’istruzione superiore, le donne si trovano davanti ostacoli enormi nel far sentire la loro voce e rivendicare diritti. Con il trascorrere dei mesi, la pressione fondamentalista è sembrata accentuarsi

 

Continua a leggere su Atlante, il magazine di treccani.it...
 

Leggi anche Le donne a scuola in un soggiorno nell'Afghanistan sospeso nel tempo su avvenire.it...
 

Data: 24 Agosto 2022

Lo Stato tunisino divorzia dall’Islam

Lo Stato tunisino divorzia dall’Islam, la Tunisia no

 

Per volontà del presidente Kais Saied, la nuova Costituzione non conterrà riferimenti all’Islam come religione di Stato. Non si tratta tuttavia di una svolta laica
Il 20 giugno, Sadek Beleid, presidente della Commissione consultiva incaricata di porre le fondamenta delle “nuova Repubblica tunisina”, ha consegnato al presidente della Repubblica la bozza della Costituzione che dovrà sostituire quella del 2014. Secondo il calendario fissato dal capo dello Stato, il testo definitivo sarà presentato entro il 30 giugno e verrà sottoposto a referendum il 25 luglio, data dell’anniversario del colpo di mano con cui Kais Saied ha destituito il governo, congelato le attività del Parlamento (poi dissolto il 30 marzo scorso) e assunto i pieni poteri.

 

Continua a leggere su oasiscenter.eu...
 

Data: 06 Luglio 2022

Nel Negev una delle più antiche moschee

Nel Negev portata alla luce una delle più antiche moschee al mondo

 

In Israele un team di archeologi ha identificato e svelato una delle più antiche moschee conosciute al mondo. Una piccola sala di preghiera risalente al VII secolo d.C., quando l’Islam aveva appena iniziando a diffondersi in Terra Santa, è stata rinvenuta durante uno scavo di carotaggio che ha preceduto l’avvio di cantieri edili nella città beduina di Rahat, nel Negev. Il luogo dista un paio di chilometri dal sito archeologico di un’altra moschea del VII secolo ritrovata nel 2019.
Entrambe le antiche moschee sono state identificate per i loro elementi strutturali, fra cui una stanza quadrata e un muro rivolto verso la Mecca (qibla), la città santa dell’Islam. Inoltre, nella moschea recentemente ritrovata c’è una nicchia a forma di semicerchio al centro del muro che punta verso sud (mihrab).

 

Continua a leggere su mosaico-cem.it...
 

 

Data: 29 Giugno 2022

Sharia: pregiudizi e rapporti con l’occidente

Sharia: pregiudizi e rapporti con l’occidente
Le nuove frontiere del pluralismo legale tra liberalismo e pregiudizio

 

Fin dal periodo formativo dell’Islam (VII-XI sec. d.C.), il mondo occidentale ha percepito l’universo Islamico come un qualcosa di antitetico rispetto alla  Res Pubblica Christiana e, in seguito, agli  Stati Nazionali. Tuttavia, come dimostra il fatto che il kosmos Islamico abbia in parte ridefinito la propria identità basandosi sull’antitesi del modus vivendi occidentale, questa contrapposizione valoriale, ideologica, dottrinale e quindi di modelli non si può considerare unidirezionale. Questa forma estrema di rifiuto, che porta  alla definizione di sé sulla base della negazione dell’altro, altro non è che  un’iperbole causata da una generale disinformazione e conseguente polarizzazione delle tensioni socio-culturali, il cui maggiore punto di scontro è sicuramente la “legge islamica”, cioè la Sharia.

 

Continua a leggere su Il Chiasmo, magazine di treccani.it...
 

Data: 15 Giugno 2022

La letteratura araba sull’Islām centroasiatico

 

Sulla diffusione e la presenza dell’Islām nelle regioni del Centro Asia, diverse sono le testimonianze dei viaggiatori, sia cristiani che musulmani. Una delle principali testimonianze musulmane è presente all’interno delle cronache di viaggio di Aḥmad ibn Faḍlān, il quale viaggiò nelle regioni della Bulgaria del Volga (l’attuale Tatarstan) per conto del califfo al-Muqtadir bi-llā nel 922: i suoi scritti testimoniano la capillare diffusione della fede islamica presso i Bulgari di quella regione.

Data: 24 Maggio 2022

La civiltà arabo-islamica unifica l'Asia Centrale

 

La battaglia di Talas diede inizio alla diffusione della religione islamica in queste regioni, sebbene si trattò di un processo che durò diversi secoli e il quale dovette convivere con un’importante presenza di altre religioni, tra le quali si ricordano il nestorianesimo, il buddhismo e lo sciamanesimo. Il video della Fondazione Camis De Fonseca presenta in maniera chiara la diffusione dell’Islām nelle regioni centro asiatiche.

 

 

Data: 24 Maggio 2022

Il Corano. Stile e struttura del libro sacro

Il Corano. Stile e struttura del libro sacro dell’Islam
venerdì 06 maggio 2022 - ore 17.30 - Raoul Villano - Professore di Letteratura araba - Università Roma Tre

 

Secondo un noto ḥadit, riportato già da Abu Dawud al-Ṭayalisi (m. 204/819) e Abd al-Razzaq al-Ṣanʿani (m. 211/827) e circolante sotto varie forme in tutte le principali raccolte canoniche, il Profeta stesso, rivolgendosi alla comunità dei credenti, avrebbe detto: «i migliori fra voi sono coloro che studiano il Corano e lo insegnano». Si tratta di un detto che viene generalmente inserito dai tradizionisti all’interno del libro, o sezione, sui meriti del Corano (Kitab faḍaʾil al-Qurʾan) e che verrà in seguito citato a vario titolo, tanto nei trattati e nelle introduzioni alle scienze coraniche, quanto nei commenti coranici veri e propri.

 

Scopri come partecipare su fondazionesancarlo.it...
 

Data: 04 Maggio 2022

Il mio Ramadan a Leicester

Il mio Ramadan a Leicester dove le strade sono illuminate a festa

 

Come molti altri Musulmani nel mondo, anch’io preferisco trascorrere il mese di Ramadan in mezzo alla “mia” gente e ai “miei” luoghi, ascoltando l’adhan (la chiamata alla preghiera) 5 volte al giorno, percependo i passi dei fedeli che si avviano verso il Masjid (moschea), annusando gli odori dei cibi mentre passeggio nel mercato prima dell’iftar alla ricerca di qualcosa di buono da mangiare dopo la rottura del digiuno.
Fin dalla nascita, vivendo sempre in Italia, pur avendo viaggiato in vari paesi (dalla Francia all’Egitto, dalla Grecia al Marocco, passando dalla Spagna, dall’Albania, dalla Germania e dalla bellissima ex-Jugoslavia) pensavo queste fossero peculiarità solo dei paesi islamici. E mi sbagliavo.

 

Continua a leggere su laluce.news...
 

 

Data: 27 Aprile 2022

Cosmogonia ed Escatologia

Cosmogonia ed Escatologia tra Oriente e Occidente

 

L’osservazione degli astri accomuna tutte le civiltà di ogni tempo. Si tratta di una scienza che abbraccia molte altre discipline riguardanti l’attività umana definendo l’orientamento spazio-temporale e persino quello spirituale. Dall’ascensione ai sette cieli fino ai viaggi spaziali su Marte, nel tempo, è mutata l’attitudine verso il cosmo. Il mistero dell’invisibile sembra svelato dalla tecnologia fomentando una contrapposizione tra scienza e religione che disorienta l'umanità.

 

Continua a leggere e scopri come partecipare su coreis.it...
 

 

Data: 06 Aprile 2022