Chiesa cristiana avventista del settimo giorno

 

Il kit formativo sulla Chiesa avventista del 7° giorno è stato realizzato grazie alla collaborazione del professor Tiziano Rimoldi, docente di Diritto ecclesiastico presso la Facoltà di teologia dell'Istituto avventista. Il kit si compone di contributi originali redatti per Pars e tratti da pubblicazioni delle Edizioni AdV, link che indirizzano a testi e video caricati su altre piattaforme, per concludersi con una ricca bibliografia.

 

Data Creazione:
Gio, 01/04/2021 - 22:24
1

Gli avventisti del settimo giorno

 

Nota introduttiva di Davide Romano

Responsabile del Dipartimento Affari Pubblici e Libertà Religiosa dell’Unione italiana delle Chiese Cristiane Avventiste del Settimo Giorno

 

La Chiesa Cristiana Avventista del Settimo giorno (da ora in poi Chiesa Avventista) è la maggiore denominazione uscita da un movimento di risveglio centrato sull’attesa del ritorno glorioso di Cristo che si è prodotto nella prima metà del XIX secolo nel Nord America.

Ufficialmente essa nasce nel maggio 1863 in Michigan.

La Chiesa Avventista si colloca nel solco del protestantesimo, lungo una linea che, quanto meno sotto molte coordinate assiologiche e teologiche, parte dall’anabattismo svizzero del secolo XVI, prosegue nel puritanesimo inglese trapiantato nel Nord America ed infine si struttura nel periodo dei revival religiosi che hanno animato nel ‘700 e nell’800 la parte orientale degli Stati Uniti.

Notevoli sono gli apporti alla teologia ed alla sensibilità religiosa dell’avventismo da parte del metodismo e del battismo. Questa eredità protestante si fonde con radici millenariste che risalgono molto addietro nella storia cristiana e si riveste dunque di una forte accentuazione escatologica.

La Chiesa Avventista è un movimento cristiano che fonda la propria professione di fede sulla Sacra Scrittura, sulla grazia di Dio manifestatasi in Cristo Gesù, unico salvatore e mediatore.

Nel suo nome è dunque sinteticamente condensata la propria specificità confessionale: l’avvento infatti rinvia alla prima venuta di Gesù e alla promessa del suo prossimo ritorno; il Settimo giorno identifica il sabato biblico come giorno di riposo dedicato al culto, in obbedienza al quarto comandamento, in quanto memoriale della creazione e segno della sovranità divina.

Gli avventisti riconoscono e celebrano due “sacramenti” (anche se il termine non è utilizzato e si preferisce quello di “ordinanze”): il battesimo dei credenti e la cena del Signore.

Per quel che concerne la sua organizzazione, la Chiesa avventista è organizzata secondo un adattamento del modello presbiteriano-sinodale.

L’esercizio dell’autorità è cioè delegato ad una gerarchia di assemblee che partono dalla singola comunità locale, che esprime ed elegge il proprio consiglio di chiesa, passando per unità territoriali (Federazioni, Unioni, ecc.) più ampie fino a giungere alla Conferenza Generale, in seno alla quale i delegati inviati dalle varie Unioni eleggono il presidente e il consiglio esecutivo incaricati di guidare la chiesa mondiale per cinque anni.    

Le ultime statistiche mondiali disponibili (2020) indicano il numero dei membri battezzati a circa 21 milioni presenti in 235 nazioni. In Italia la Chiesa Avventista è presente sin dal lontano 1864. Essa annovera circa 10.000 membri battezzati, distribuiti in oltre un centinaio di chiese locali, e gode di una intesa con lo Stato tradotta nella legge 22 novembre 1988, n. 516.

La crescita della Chiesa Avventista è notevolissima in alcune aree del mondo come l’America latina e l’Africa; in Europa si assiste a un aumento di fedeli soprattutto negli Stati ex-comunisti. Per sostenere il proprio corpo pastorale e la notevole opera missionaria ed assistenziale a livello mondiale (link), gli avventisti praticano un sistema di autofinanziamento che riposa sul principio biblico della decima e delle offerte volontarie.

Pur non appartenendo al Consiglio Ecumenico delle Chiese, la Chiesa Avventista riconosce gli organismi inter-ecclesiali che pongono l’accento sull’opera salvifica di Cristo e operano per il dialogo ecumenico e interreligioso (link).

L’attività internazionale sociale e di assistenza della Chiesa Avventista ha ricevuto ampi riconoscimenti; essa si sviluppa in gran parte attraverso Adra (Adventist Development and Relief Agency); In Italia, di particolare rilievo è l’impegno a vantaggio delle vittime dell’usura attraverso la Fondazione Adventum.

04 Marzo 2021.

 

 
Data: 24 Marzo 2021
2

La Chiesa avventista del 7° giorno. Movimento riformatore nel solco del Second Great Awakening

Data: 24 Marzo 2021
Numero pagine: 11
Autore: Tiziano Rimoldi
Anno Pubblicazione: 2017
3

Dillo al mondo...

 

Le origini del movimento avventista da William Miller (1812) sino alla costituzione della Conferenza Generale degli Avventisti del Settimo Giorno (1863) in una fiction in sei episodi.

Basato su eventi reali, la serie Dillo al mondo (Tell the World) mostra la emozionante storia di un piccolo gruppo di agricoltori del nord-ovest degli Stati Uniti che gettarono le basi di una confessione religiosa che è presente praticamente in ogni paese del mondo e che è nota per le sue dottrine peculiari e per il suo impegno nel campo educativo e medico.

Gli episodi iniziano con l’esperienza di William Miller, un agricoltore americano coinvolto nella guerra contro l’Inghilterra del 1812. Le esperienze della guerra lo riconducono alla fede evangelica e lo inducono a intraprendere un ciclo personale di studio della Bibbia. Dopo un anno di studio, Miller giunge alla conclusione che Gesù tornerà intorno al 1843. La diffusione delle sue convinzioni radunò intorno a Miller nell’arco di alcuni anni un movimento composto da decine di migliaia di cristiani in America e non solo. Il movimento ritenne che le Scritture indicassero come data precisa del Secondo Avvento il 22 ottobre 1844.

Ma il giorno venne e Gesù non tornò. Il movimento millerita si divise in diversi gruppi. Uno di questi, guidato da Joseph Bates, uno dei collaboratori di Miller, e dalla coppia pastorale composta dai giovani James ed Ellen G. White, continuò ad indagare gli scritti biblici e…

La serie è stata prodotta dalla Chiesa avventista australiana e poi tradotta in italiano e resa disponibile nel sito di Hope Media Italia (hopemedia.it) della Chiesa avventista del settimo giorno italiana. Gli episodi hanno una durata di circa 35 minuti.

 

Vedi gli episodi di Dillo al mondo

 

Data: 24 Marzo 2021
4

Le dottrine fondamentali degli Avventisti del Settimo Giorno

Data: 24 Marzo 2021
Numero pagine: 11
Autore: AA. VV.
Anno Pubblicazione: 2015
5

La Chiesa della Health Reform

 

Le caratteristiche peculiari che contraddistinguono l'adesione all'Avventismo hanno riflessi concreti anche nell'agire sociale degli individui. La Chiesa avventista è spesso conosciuta e riconosciuta per il suo impegno in favore della promozione della salute, per esempio. Divenire avventisti comporta anche l’adozione di uno stile di vita, all’interno del quale anche le scelte relative al cibo hanno una rilevanza. Recentemente, una rivista di divulgazione scientifica come il National Geographic Magazine ha incluso gli avventisti tra le popolazioni più longeve al mondo.

 

Leggi e scarica il contributo di Tiziano Rimoldi su doczz.it…

 

Data: 24 Marzo 2021
6

Desmond Doss: un eroe della pace

 

Un altro aspetto significativo dell'adesione all'Avventismo è l'aver abbracciato l'idea di una società demilitarizzata, per quanto possibile. Sin dall’introduzione della leva obbligatoria durante la guerra di secessione americana del 1861-1865, infatti, la Chiesa avventista del settimo giorno ha adottato una posizione ufficiale che incoraggia i suoi fedeli a non svolgere un servizio militare armato, pur lasciando loro libertà di coscienza.

Nella sua ultima formulazione, votata dalla Conferenza Generale nel 1972, questa posizione afferma quanto segue:

 

“[…] Il cristianesimo genuino si manifesta con il civismo e la lealtà al governo civile. Lo scoppio della guerra tra gli uomini, in ogni caso, non altera in alcun modo la suprema fedeltà e responsabilità del cristiano nei confronti di Dio né modifica il suo obbligo di mettere in pratica le sue convinzioni e porre Dio al primo posto.

Questa collaborazione con Dio tramite Gesù Cristo che è venuto in questo mondo non per distruggere la vita degli uomini, ma per salvarli, fa sì che gli avventisti del settimo giorno sostengano una posizione non combattente (noncombatant), seguendo il loro Maestro divino nel non prendere la vita umana, ma facendo tutto quanto è possibile a salvarla.

Poiché accettano gli obblighi della cittadinanza così come i suoi benefici, la loro lealtà al governo richiede loro di servire volenterosamente lo stato in qualsiasi ruolo che non comporti l’obbligo di portare le armi, civile o militare, in guerra o di pace, in uniforme o senza, e che contribuisca a salvare delle vite, chiedendo solo di poter servire in quegli incarichi che non violano le loro convinzioni di coscienza.

Questa dichiarazione non è una posizione rigida che lega i membri della chiesa, ma fornisce una guida lasciando il singolo membro libero di valutare la situazione da solo”.

 

È in base a questi principi che il caporale Desmond T. Doss ha servito nell’esercito americano durante la Seconda guerra mondiale, ricevendo la Medaglia d’Onore, la più alta onorificenza al valor militare statunitense.

La storia di Doss è stata portata alla conoscenza del grande pubblico nel 2016 con il film La battaglia di Hacksaw Ridge (Hacksaw Ridge), diretto da Mel Gibson, con Andrew Garfield nei panni di Desmond T. Doss.

 

Per approfondire, guarda il video Desmond Doss, sull'obiezione di coscienza…

Data: 24 Marzo 2021
7

Letture e bibliografia

 

Letture

 

Per proseguire l'approfondimento sugli avventisti, consigliamo alcune letture che possono essere recuperate online e una bibliografia da cui attingere. I siti ufficiali chiesaavventista.it e adventist.org  permettono inoltre di conoscere meglio le dottrine e le attività della Chiesa avventista del settimo giorno.

 

 

Bibliografia

 

Per una introduzione generale sulla Chiesa avventista del 7° giorno:

  • Cupertino, G., La Chiesa Avventista del 7° Giorno - Chi, come, dove, quando, perché?, Impruneta, Edizioni AdV, 1995.
  • «Chiesa Cristiana Avventista del Settimo Giorno», in M. Introvigne et al.Enciclopedia delle Religioni , Leuman, Elledici, 2001, pp. 349-352.

 

Sulla nascita e lo sviluppo della Chiesa avventista del settimo giorno nel mondo:

  • Bull, M., Lockhart, K., Seeking a Sanctuary. Seventh-day Adventism and the American Dream, 2nd edition,  Bloomington (IN), Indiana University Press, 2007.
  • Gaustad, E. (ed.), The Rise of Adventism; Religion and Society in Mid-Nineteenth-Century America, New York (NY), Harper & Row, 1974.
  • Knight, G.R., Alla ricerca di un’identità. Sviluppo delle dottrine avventiste fondamentali, Impruneta, Edizioni AdV, 2002.
  • Knight, G.R., Piccola storia del popolo dell'avvento, Impruneta, Edizioni AdV, 1994.
  • Land, G. (ed.), Adventism in America, Grand Rapids (MI), Eerdmans, 1986.
  • Lindén, I., The Last Trump. An Historico-Genetical Study of Some Important Characters in the Making and Development of the Seventh-day Adventist Church, Frankfurt am Main, Peter Lang, 1978.
  • Rimoldi, T., Con ordine e dignità. Origini e sviluppo della struttura della Chiesa Avventista del 7° Giorno, Impruneta (FI), Edizioni AdV, 2006.
  • Rizzo, R., L’eredità di un profeta, Impruneta, Edizioni AdV, 2001.
  • Schwarz, R.W., Greenleaf, Light Bearers: a History of the Seventh-day Adventist Church, revised edition, Nampa (ID), Pacific Press, 2000.
  • Spalding, A.W., Origin and History of Seventh-day Adventists, 4 vols., Washington D.C., Review and Herald, 1961-162
  • White, A.L., Ellen G. White, 6 vols., Washington D.C., Review & Herald, 1981-1986.

 

Sulla storia e lo sviluppo della Chiesa avventista del 7° giorno in Italia:

  • Bognandi, D., Romano, D. (a cura di), 150 anni (1864-2014) della presenza avventista in Italia, Firenze, Edizioni AdV, 2014.
  • De Meo, G., “Granel di sale”. Un secolo di storia della Chiesa cristiana avventista del 7° giorno in Italia (1864-1964), Torino, 1980.
  • Rimoldi, T., «La chiesa avventista del settimo giorno e lo stato fascista», in Annali di Storia moderna e contemporanea, 2000, n. 6, pp. 605-623.
  • Spini, G., «Gli avventisti in Italia», in Bollettino della Società di studi valdesi, 1981, n. 150, pp. 59-73, ora in G. Spini, Studi sull’evangelismo italiano tra otto e novecento, Torino, Claudiana, 1994, pp. 171-187.

 

Sull’ordinamento, le dottrine fondamentali avventiste e altri temi etici:

  • Barbuscia, I.«L’ordinamento interno della Chiesa cristiana avventista del 7° giorno», in V. Parlato, G.B. Varnier (a cura di), Normativa ed organizzazione delle minoranze confessionali in Italia, Torino, Giappichelli, 1992, pp. 202 ss.
  • Conferenza Generale degli Avventisti del Settimo Giorno, La Confessione di fede degli Avventisti del 7° Giorno. Le 28 verità bibliche fondamentali, Firenze, Edizioni AdV, 2010.
  • Hasel, F.M. et al. (eds.), Adventists and Military Service, Madrid, Safeliz, 2019
  • Rimoldi, T., «Breve storia del Manuale di chiesa», in Adventus, 2002, n. 12, pp. 34-42.
  • Rimoldi, T., «Cibo e spiritualità. La Chiesa avventista e la “Riforma della salute”», in A.G.M. Chizzoniti (a cura di), Cibo, religione e diritto. Nutrimento per il corpo e per l'anima, Tricase, Libellula, 2015, pp. 167-184.
  • Rimoldi, T., «I ministri di culto nella Chiesa avventista del 7° giorno e nella Chiesa evangelica valdese», in Daimon, 3/2003, pp. 171-193.
  • Rimoldi, T., «I principi fondamentali della bioetica nella prospettiva della Chiesa avventista del 7° giorno. Cenni introduttivi», in E. Camassa, C. Casonato (a cura di), Bioetica e confessioni religiose, Trento, Università degli Studi di Trento, 2008, pp. 83-103.
  • Rimoldi, T., «Il dialogo ecumenico dal punto di vista avventista», in M. Salani (a cura di), Cristianesimo Cristianesimi. Fra conflitti e ricerca di pace, Collana Scienze per la pace, Pisa, Edizioni Plus – Pisa University Press, 2011, pp. 117-140.
  • Rimoldi, T., «Il diritto della Chiesa avventista del 7° giorno», in S. Ferrari, A. Neri (a cura di), Introduzione al diritto comparato delle religioni, Lugano, Eupress, 2007, pp. 157-177.
  • Rimoldi, T., «Il finanziamento delle confessioni religiose in Italia: la Chiesa cristiana avventista del settimo giorno», in Il Diritto ecclesiastico, 2006, nn. 3, 4, pp. 490-507.
  • Rimoldi, T., «Il riposo sabatico avventista», in Il Diritto ecclesiastico, 2000, n.1, pp. 101-114.
  • Rimoldi, T., «L’intesa con la Chiesa avventista», in Coscienza e Libertà, 1998, n. 31, pp. 16-27.
  • Rimoldi, T., «La disciplina nella Chiesa avventista del 7° giorno», in G. Long, (a cura di), Libertà e disciplina. Nel 500° anniversario di Giovanni Calvino, Collana della Federazione delle chiese evangeliche in Italia, Torino, Claudiana, 2009, pp. 131-158.
  • Rimoldi, T., «Le donne nell’ordinamento della Chiesa avventista del settimo giorno», in Daimon, 2018, pp. 115-134.
  • Rimoldi, T., «Matrimoni misti e rito religioso: ordinamenti confessionali a confronto: cattolico, valdese, avventista», in Adventus, 2006, n. 16, pp. 61-84.
  • Rimoldi, T., «Relazioni Chiesa-Stato: la Chiesa avventista del settimo giorno. Alcune vicende», in Il Diritto ecclesiastico, 1998, n. 3, pp. 682-690.
Data: 24 Marzo 2021